Investimenti

21.09.21
Storia e prestigio del vino da investimento; Tutto quello che c' da sapere

Soltanto l'1% dell'intera produzione di vino in tutto il mondo è dotato delle proprietà necessarie per essere valutato come vino da collezione o investimento. In questo articolo affronteremo la tematica che riguarda questi prodotti e chiariremo tutti i dubbi che riguardano quali sono le caratteristiche che il vino da investimento deve presentare per essere considerato di alta qualità e di prestigio, di conseguenza da investimento. 

Basta pensare ai famosi Grand Cru di Borgogna e ai Châteaux di Bordeaux, i loro vini sono realizzati, prodotti e richiesti ormai da centinaia di anni.

 In quei posti in particolare vi sono dei vigneti ormai storici dato che sono presenti sul territorio e producono bacche che permettono di realizzare vini di investimento prestigiosi. In questi luoghi specifici che fanno ormai parte da tempo nella cerchia dei grandi vini di prestigio e di lusso, vengono prodotti ogni anno numerose bottiglie considerate da collezione. 

I vini di prestigio non acquisiscono la loro importanza soltanto per via del loro passato e storia, per essere considerati oggetti da collezione devono rispettare delle caratteristiche ben precise, vediamo insieme quali. 

Caratteristiche dei vini da investimento

Investire su determinati vini è importante, ma come riconoscere quelli di valore? É bene sapere che esattamente come avviene per molti prodotti da collezione, anche i vini sono articoli recensiti e premiati per la loro qualità dai critici e gli esperti di degustazione e critici a livello internazionale, è possibile trovare vini da investimento in enoteche fisiche ed online come https://www.enotecaproperzio.it/

Appena le aziende che producono i vini mettono in commercio le bottiglie, gli esperti di degustazione non appena vengono rilasciati sul mercato questi prodotti tendono ad assaporare l'alimento così da classificarlo o meno come oggetto da investimento. Spesso, questa azione, viene compiuta anche prima che i vini vengano messi in vendita sul mercato, è come se esistesse una specie di prevendita di determinati articoli. 

Generalmente i vini considerati idonei e destinati al collezionismo devono rispettare determinati aspetti, ad esempio devono sprigionare un profumo intenso e un sapore delicato e raffinato. A tutti gli oggetti considerati da investimento viene assegnato un vero e proprio punteggio, in totale deve avere almeno un punteggio pari a 90. 

I prodotti vinicoli che presentano invece il massimo del punteggio ovvero 100, sono considerati i migliori e i modelli migliori soprattutto se si ha intenzione di investire in questo determinato settore. 

Quanto rende investire in vino da collezione: tutto quello che c'è da sapere

Investire in bottiglie di vino da collezione è fondamentale, pensate semplicemente al caso Sassicaia, che dopo un paio di anni il suo valore è aumentato notevolmente da 150 € a 300 €. 

Un ottimo vino da investimento deve presentare in maniera particolare una liquidità di un certo livello, questo aspetto vuol dire che per mantenere un certo valore sul mercato deve essere scambiato e ricercato in commercio frequentemente. 

In questi ultimi anni tutti coloro che hanno investito in questo prodotto hanno ottenuto dei guadagni eccellenti.

Articoli più letti

© 2007-2012 Next Service P.I.02129920696 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - NexService.it